Come Utilizzare Desktop Remoto

Si parla di Desktop remoto come la possibilità di accedere al proprio pc da un altro dispositivo sia esso smartphone, tablet, laptop o altri terminali che montano un qualsiasi OS.

Andiamo comunque ad analizzare nel dettaglio come usare il desktop remoto di Windows per controllare il pc attraverso un altro computer, prima di tutto spiegiamo che questa operazione non ha limiti di distanza poichè viene gestita tramite internet poi i terminali con cui effettuarla sono come detto tutti quelli considerati calcolatori, ossia capaci di rielaborare informazioni e trasferirle tramite la connessione stabilita.

Per configurare la connessione tra due pc in modalità desktop remoto ci sono due passaggi da mettere in pratica, il primo è abilitare la funzione di trasmissione tramite desktop remoto eseguendo le seguenti operazioni

-Accedere al menu avvio.
-Cliccare con il tasto destro su Computer e selezionare Proprietà.
-Cliccare su Impostazioni di connessione remota.

-In questo modo viene aperta la finestra Proprietà del sistema.
-Abilitare l’opzione Consenti connessioni dai computer che eseguono qualsiasi versione di Desktop remoto nell’area Desktop Remoto.

Una volta portata a termine la procedura sul pc destinazione possiamo passare alla configurazione del secondo terminale da connettere, sia esso pc, smartphone o tablet di qualsiasi genere e sistema operativo. Una volta scaricata l’applicazione aggiuntiva, nel caso non fosse già presente in quelle di default, possiamo concludere la procedura collegando il secondo terminale alla rete che abbiamo creato sul pc di destinazione principale. A questo punto saremo in grado di trasferire file anche a chilometri di distanza poichè i due terminali sono collegati.

Risolviamo ora il quesito principale, a cosa serve il desktop remoto?, la risposta è tanto semplice quanto varia poichè i campi di utilizzo sono molteplici e comprendono molte categorie di lavoratori, per fare un esempio su tutti possiamo prendere un impiegato d’ufficio che vorrebbe continuare il lavoro rimasto incompleto da casa, questo è possibile grazie alla procedura che prima abbiamo spiegato ammesso che i programmi utilizzati siano gli stessi. Questo tipo di esempio vale anche nel caso in cui dovessimo spostarci a casa di un amico per effettuare delle modifiche sul suo pc, grazie al desktop remoto potremo importare le nostre preferenze relative ad un programma ed utilizzarle senza problemi sul secondo pc su cui andremo ad operare, una tecnologia che in un modo o nell’altro farà comodo a tutti col passare del tempo e l’aumentare del livello di compatibilità tra i dispositivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *