Come Testare Server DNS

Per rendere la navigazione più veloce è opportuno impostare in modo corretto il Server DNS preferito ed il Server DNS alternativo. Con questa guida vediamo come testare i server DNS in modo da potere scegliere quelli più adatti alla navigazione sul web.

Verifica i server DNS impostati sul tuo sistema: con Windows XP fai click su Start, Impostazioni, Pannello di controllo, Connessioni di rete, click col tasto destro sulla Connessione di rete usata (LAN o senza fili), seleziona Proprietà, scorri fino a selezionare la voce Protocollo Internet (TCP/IP), click su Proprietà, riporta su un foglio di carta il Server DNS preferito (per esempio 151.99.125.1 di Telecom) ed il Server DNS alternativo (per esempio 151.99.0.100 di Telecom).

testare-dns

Procurati DNSbench.exe per eseguire il test, vai in questa pagina, scorri la pagina e clicca sul tasto verde Download now. Questo software free non richiede installazione, scarica ed esegui. Si apre una finestra con quattro schede, Introduction, Nameservers, Tabular Data, Conclusions. Seleziona Nameservers, click sulla sinistra sul tasto Add/Remove, inserisci i server DNS di tuo interesse (per esempio digita 151.99.125.1, click su Add, poi 151.99.0.100, click su Add, click su Close).

Avvia il test e verifica i risultati: click sulla destra su Run benchmark, attendi l’avanzamento e la conclusione del test. Nella scheda Response time ottieni una valutazione grafica e numerica (clicca sulle barre orizzontali di interesse e tieni premuto il tasto sinistro per vedere i valori numerici). Click sulle schede Name, Owner e Status per informazioni supplementari. Click su Tabular Data per i risultati in tabella, click su Conclusions per consigli di DNS Benchmark. Per uscire dal test click in basso a destra su Exit.

A questo punto è possibile impostare i DNS più veloci. Se la connessione continua a essere lenta, è possibile vedere questa guida pubblicata su questo sito per trovare altre possibili cause del problema di lentezza.

Come Tradurre File PDF

Ti arriva o scarichi un file in formato PDF, lo apri con Adobe Reader e ti accorgi che è scritto in una lingua diversa dalla tua e che non conosci. Supponiamo che il documento sia scritto in Inglese. Devi, ovviamente, tradurlo. Puoi armarti di vocabolario, puoi effettuare una serie di copia ed incolla all’interno di un servizio online di traduzione oppure effettuare alcuni semplici passaggi per tradurre il documento in automatico. Se non sei masochista dovresti scegliere l’ultimo metodo e seguire le seguenti istruzioni.

Come prima cosa, devi cercare su Internet un servizio di traduzione automatica. Ce ne sono diversi. I più noti sono Google Translate, Yahoo BabelFish e Windows Live Translator. Il mio consiglio è quello di utilizzare Google Translate. Come prima cosa, collegati quindi al sito.

Noterai che il servizio ti suggerisce più opzioni fra le quali scegliere: inserire del testo, inserire la URL di una pagina Web (cioè l’indirizzo Internet della pagina che vuoi tradurre), caricare un documento. Abbiamo detto che hai scelto il metodo più veloce. Non ti resta, dunque, che compiere una semplice operazione di caricamento del documento PDF che hai intenzione di tradurre.

Clicca su Carica un documento e poi su Scegli file per scegliere dal tuo hard disk il file da tradurre. Sotto Scegli file ci sono due caselle che mostrano le lingue a disposizione. Nella prima, scegli la lingua di origine del documento, nel tuo caso Inglese, nella seconda la lingua di destinazione, nel tuo caso Italiano. Clicca poi sul pulsante Traduci e attendi che Google Traduttore svolga il suo compito: il tuo documento PDF è stato tradotto.