Come si Utilizza Slideshare

Avete mai sentito parlare di Slideshare? Questo servizio vi consente di promuovere un’azienda o la vostra professionalità. Qual è il suo segreto? Slideshare offre un vastissimo archivio web fatto di pdf, presentazioni, vantando oltre 9 milioni di contenuti e quasi 30 milioni di visitatori unici al mese. Una piattaforma così popolare da “ingolosire” persino LinkedIn, che ha deciso di acquistarla per quasi 120 milioni di dollari.Fatte le dovute premesse, vediamo come è possibile utilizzare al meglio Slideshare, in modo da pubblicizzare se stessi o la propria attività nel migliore dei modi.

E’ bene sapere che gli utenti che utilizzano i principali motori di ricerca (Google e Yahoo su tutti) in genere tendono a consultare i risultati della prima pagina, non andando oltre. Ecco dunque spiegata l’importanza di una corretta indicizzazione, in grado di portare i vostri contenuti in prima pagina. SlideShare può dare una grossa mano in tal senso, dato che i contenuti pubblicati tramite questa piattaforma vengono indicizzati da Google e consentono quindi di godere di una visibilità maggiore.

Social networks come Twitter, Facebook e LinkedIn sono di certo le maggiori fonti di traffico indiretto per un blog o un portale, ma, stando a studi recenti, Slideshare sarebbe in grado di garantire un numero più elevato di conversioni in referral rispetto ai suddetti, persino più di Youtube e Google+.

E’ dunque preferibile creare delle presentazioni su questa piattaforma se si desidera promuovere il proprio sito web.

Una presentazione su SlideShare si presta meglio alla condivisione mediante Twitter se confrontata con altri contenuti generalmente pubblicati online. Come se non bastasse, i medesimi contenuti presentano una maggiore facilità di inclusione negli articoli di blogger e giornalisti. Contrariamente agli altri social, l’influenza che Slideshare ha sui visitatori potrà essere oggetto di supervisione da parte vostra.

Gli utenti Premium, infatti, oltre a poter accedere a una dashboard analytics che permetterà loro di monitorare al meglio le prestazioni ottenute sulla piattaforma, potranno altresì visionare i dati di download dei contenuti immettendo dei moduli nelle presentazioni. Ciò consentirà di generare nuovi contatti da trasformare in clienti affezionati.

– Plugin
Le sorprese non sono finite, dato che in LinkedIn è presente un plugin di Slideshare che consente ad ogni dipendente dotato di account LinkedIn di divenire una vetrina per i contenuti SlideShare dell’azienda per cui lavora.
In genere le presentazioni contraddistinte da numerose slide risultano essere pesanti, pertanto difficoltose da gestire.
Con SlideShare, a prescindere dalle dimensioni della presentazione, non vi saranno mai problemi di condivisione, qualunque sia il supporto utilizzato.

– Community
SlideShare conta inoltre di una vastissima community, contraddistinta dalla presenza di professionisti affermati in una moltitudine di settori.
E’ facile capire che interagendo su SlideShare è possibile stringere accordi importanti, trovare un partner d’affari o dei collaboratori per la propria azienda.

– Personal Branding
Business-man e marketer potranno utilizare SlideShare anche per fare del personal branding. Adoperare una presentazione in SlideShare per promuovere il proprio cv è di certo innovativo e potrebbe finire per far colpi sui responsabili della selezione di una determinata azienda.

Le potenzialità di SlideShare sono veramente numerose: tantissime risorse che vi permetteranno di strutturare un business, promuovere i vostro prodotti/servizi in maniera più che professionale.
Con un po’ di pratica e di creatività riuscirete ad addentrarvi nei meccanismi di SlideShare e a comprenderne a fondo le potenzialità, in modo da sfruttarle al meglio. Vediamo dunque qualche trucco per sfruttare SlideShare al meglio.

– Slidecast
Gli Slidecast altro non sono che delle comunissime slide caricate su SlideShare con dei file audio. Con i slidecast potrete caratterizzare le presentazioni allegando un audio, magari la vostra voce registrata a spiegare ogni singolo passaggio.
Come fare tutto ciò? Sarà sufficiente accedere a “Edit Slideshow” per poi selezionare la voce “Create Slidecast” e provvedere a sincronizzare l’audio (podcast o mp3) con le tante schermate disponibili.
Anche gli Slidecast potranno essere “embeddati” in blog o siti internet.

– Facebook
Per ciò che concerne Facebook, è disponibile un’app ufficiale che permette di portare sulla propria bacheca tutti gli upload fatti su SlideShare.

– Youtube
SlideShare è stato ottmizzato anche per godere dei servizi Youtube. Sarà infatti possibile inserire dei video tra le slide delle varie presentazioni. La procedura è semplicissima: basta accedere alla sezione “Edit Slideshow” e selezionare la voce “Insert Youtube videos”, per poi incollare l’url del video nell’apposito campo e scegliere dove posizionarlo.

– Gruppi ed eventi
Chi desidera creare gruppi ed eventi per pubblicizzare se stesso o la propria attività con SlideShare, potrà creare degli eventi da reclamizzare e una moltitudine di gruppi sui temi di proprio interesse. Le categorie di riferimento sono tantissime: Business, Art & Design, etc.

Professionalità ed esperienza a volte non sono tutto. Promuoversi è fondamentale se non si vuole essere estromessi dal mercato del lavoro o rimanere “troppo” indietro nel proprio settore di riferimento. Precorrere i tempi è fondamentale per aver successo negli affari e avere una vita professionale ricca di successi e SlideShare può essere la soluzione giusta in tal senso. Siate curiosi, studiatene le potenzialità, confrontatevi con altri utenti presenti sul portale e vedrete che dopo qualche tempo riuscirete ad ottenere vantaggi insperati.

Come Aprire un Account LinkedIn

LinkedIn è un social network  che con la semplice registrazione potrà farti entrare in contatto con molte persone del tuo stesso ambito lavorativo. Esso, infatti ha come obiettivo proprio quello di fondare un network tra professioni collocati in vari settori.

Una volta aperto il browser, digitare nella barra degli indirizzi: www.linkedin.com , dopodiché si visualizzerà la prima pagina di registrazione o login del noto social network.
Una volta visualizzata, cliccate sul tasto “Crea Account” ed iniziate la procedura di iscrizione;

La procedura è abbastanza semplice, ci saranno dei form per l’inserimento di “nome, cognome, generalità, email ecc compilate tutti i campi obbligatori e proseguite con la registrazione.
Riceverete una mail sulla vostra casella postale, conterrà un link da confermare: una volta fatto potrete avere libero accesso al mondo Linkedin. Inserite il vostro curriculum vitae con tutte le vostre esperienze lavorative e iniziate a cercare tutti i contatti o amici che lavorano nel vostro settore.

Cercate di rendere tutte le informazioni complete, inserendo dalla prima all’ultima esperienza lavorativa che riteniate valida. Anche la foto è importante: in base ai contatti presenti sul vostro profilo cercate di scegliere quella più idonea alla presentazione.

Conclusioni

Linkedin, usato nel modo giusto, potrà portare nuove collaborazioni nel vostro ambito lavorativo. Inizialmente sarete spaesati, trovandovi in una struttura “nuova” rispetto ai più conosciuti Facebook o Twitter, ma con il tempo apprezzerete i potenti strumenti messi a disposizione.

Come Eliminare l’Account Twitter

Ecco una guida semplicissima per eliminare tutti i propri tweets dal noto social network. I passi da eseguire sono facili da eseguire.

Una volta aperto il vostro profilo su Twitter, cliccate “impostazioni” (si trova in alto a destra).

A questo punto visualizzerete tutto il pannello delle impostazioni riguardante il vostro profilo.

Scorrete in basso fino a quando non troverete la voce “Disattiva il mio account”.Twitter: come eliminare il proprio account

Dopodiché comparirà una pagina di addio da parte del social network; cliccate su: “Ok, va bene, disattivate il mio account”.

A questo punto tutti i dati del vostro profilo Twitter verranno rimossi definitivamente ed andranno persi (tweets, messaggi privati, followers ecc).
Con grande probabilità continuerete a vedere la pagina di Twitter nelle ore immediatamente successive al delete, perchè Twitter impiega solitamente qualche giorno per cancellare tutti i dati relativi ad un account.

Ecco una procedura veramente semplice per cancellare il proprio profilo da Twitter. Pensateci bene prima di farlo, una volta eseguita l’operazione non sarà più possibile ritornare sui propri passi!

Come Aumentare il Numero di Connessioni di Windows

Tutti i sistemi Windows limitano l’accesso del computer in rete a non più di una decina di server, questo per ridurre la possibilità di una rapida diffusione di malwares nel pc. Ciò però riduce notevolmente le prestazioni di vari programmi peer2peer, dato che essi si basano proprio su un elevato numero di connessioni in entrata per poter scaricare più velocemente. Esistono vari metodi per poter aggirare il problema, con lo stesso scopo, ovvero “patchare” il file di sistema tcpip.sys aumentando così il limite di connessioni simultanee di Windows; il metodo più semplice e rapido è sicuramente agire via software con un piccolo programma: tcp-z.

Quest’ultimo è disponibile per il download da vari siti. Il programma è portabile, nel senso che non necessita di installazione, basta scompattare l’archivio in una cartella di nostro piacimento e avviare come amministratore (cliccando col destro e scegliendo “esegui come amministratore”) il file eseguibile tcpz.exe o tcpz64.exe se stiamo usando un sistema operativo a 64 bit.

Piccola nota: se all’avvio dovesse apparire un messaggio che chiede di abilitare la modalità testsigning, scegliere si o dare l’ok. Questo serve perchè di default Windows non permette di mettere in esecuzione drivers di terze parti, che è proprio il nostro caso.
Andare alla sezione Applica patch dove vi sono due opzioni:

– applicare la patch in memoria: la modifica avrà effetto solo temporaneamente, una volta spento il pc torna tutto come di default.

– applicare la patch definitivamente: la modifica avrà effetto sul file tcpip.sys e quindi sarà definitiva a ogni avvio del pc.

Il consiglio è di scegliere la prima modalità, dato che così possiamo modificare il valore solo poco prima di mettere in DOWNLOAD qualche file o aprire un programma p2p, per poi far tornare tutto a come era prima. Sarebbe anche la soluzione più sicura, dato che non è necessario avere un numero di connessioni ad esempio a 100 quando non dobbiamo scaricare nulla. Se invece preferite avere tutto già impostato e i programmi p2p li avviate in automatico con windows, allora scegliete la seconda opzione. Il valore da impostare è quasi facoltativo; ci sarebbe da pensare che più è alto e più scaricheremo velocemente, ma non è così. Si rischia anche di intasare la connessione, per cui il consiglio è di non superare il valore 100. Infine cliccare su Applica.

Come Capire se Bisogna Sostituire Vetro o Tutto Schermo dello Smartphone

Molte persone ci contattano per cercare di capire se sul loro telefono va sostituito solo il vetro o anche LCD ossia tutto il blocco display.

Inutile dire che la sostituzione di tutto il blocco schermo è molto più costosa della sola sostituzione del vetro. Come potete capire quale riparazione serve nel vostro caso ?

A differenza di quello che può sembrare, capire quale riparazione fa al caso vostro è molto molto semplice basta rispondere alla seguente domanda:

COSA SUCCEDE ATTUALMENTE SE PROVATE AD ACCENDERE IL VOSTRO SMARTPHONE ?

A) Nulla, rimane tutto nero;

B) Si accende normalmente e funziona normalmente ma vedo una crepa sul vetro;

C) Si accende ma vedo solo linee colorate;

D) Si accende l’immagine si vede ma sembra sfocata o un po’ tendente al bianco;

E) Si accende ma l’immagine è parziale;

F) Il display si illumina ma non appare nulla rimane nero;

Se la vostra risposta è la lettera B allora potete tirare un sospiro di sollievo, dovete cambiare solo il vetro e risparmierete un bel po’ di soldi.

Se la vostra risposta è una qualsiasi delle altre lettere, mi dispiace ma la riparazione nel vostro caso è un po’ più costosa ma fattibile.

Se avete domande contattateci tramite l’apposito modulo di richiesta assistenza.